Blog_01-1

PARQUET ED ECOLOGIA: SCEGLIERE CONSAPEVOLMENTE IL PROPRIO PAVIMENTO IN LEGNO

DI GIULIA PENNA

Quante volte vi siete imbattuti nel termine “ecologico” spesso associato al legno? E quante volte avete avuto il presentimento che non fosse davvero così? Ci imbattiamo spesso in pubblicità che parlano di prodotti naturali, ecologici e di soluzioni eco-friendly. Ma come riconoscere davvero chi sta affermando il falso? E come tutelarci in tal senso?
In questo articolo affronteremo nello specifico il tema dell’ecosostenibilità legato al parquet. Il legno è materia viva e di per sé è un materiale naturale, ecologico, sostenibile, ma cosa succede se viene trattato con sostanze tossiche oppure trasportato da un capo all’altro del mondo e contagiato con funghi e muffe? Vi sono delle semplici regole da seguire per capire se il parquet che state acquistando è di buona qualità. Ecco alcuni consigli da tenere di conto. Quando si sceglie un pavimento in legno è necessario fare attenzione all’origine del legname, alle modalità di trasporto e stoccaggio, al processo produttivo, ai componenti, ai trattamenti di finitura e alla fase di posa. Ricordate che il parquet deve sempre essere contrassegnato da marcatura CE, la condizione minima per essere sicuri che non state acquistando un pavimento nocivo. Il marchio CE – DOP attesta la conformità del prodotto ai requisiti essenziali prescritti dalla legislazione comunitaria in materia di sicurezza riguardanti, ad esempio, il rilascio di formaldeide, l’emissione di pentaclorofenolo e la resistenza al fuoco. Un’altra caratteristica da tenere sotto controllo è la provenienza del legno. La scelta migliore per l’ambiente è un parquet realizzato con legnami di provenienza europea, certificati FSC (Forest Stewardship Council) o PEFC (Programme for the Endorsement of Forest Certification schemes). In questo modo saprete di aver scelto un prodotto a ridotto impatto ambientale sulle foreste da cui provengono i tronchi e sull’ecosistema in cui sono inserite. Acquistare un parquet che riporta queste certificazioni significa fare una scelta consapevole legata all’ambiente. In questo caso infatti il legno viene prelevato da da aree controllate, in cui mano a mano che gli alberi vengono abbattuti si provvede a piantarne di nuovi, evitando lo sfruttamento di specie protette o a rischio di estinzione. Un ulteriore aspetto da tenere in considerazione è la composizione di tinte, vernici e olii che verranno utilizzati per la finitura del vostro parquet. Un parquet che voglia definirsi ecologico deve essere in primo luogo libero da componenti chimiche tossiche, dannose per la salute e per l’ambiente. Fortunatamente oggi stiamo assistendo ad un crescente utilizzo di vernici a basso impatto ambientale a base di acqua, che sono capaci di garantire ottime prestazioni estetiche e una duratura eccellente. L’acqua esalta la naturale bellezza del legno valorizzandone le peculiarità, senza mai stravolgerle. Lo stesso, seppure con un effetto finale diverso, vale per gli olii naturali, capaci di apportare protezione al legno senza snaturarlo. Infine, ultima ma non meno importante, la certificazione 100% Made in Italy assicura l’origine e la qualità del prodotto. La nostra certificazione 100% Made in Italy garantisce che la produzione dei pavimenti Salvadori Group avviene interamente in Italia. Ogni fase del processo produttivo viene eseguita con cura e attenzione da esperti artigiani: dalla selezione del materiale fino ad arrivare alla finitura. Scegliere un prodotto che porta questa certificazione significa quindi conoscere con sicurezza e trasparenza ogni dettaglio della nascita del tuo pavimento.
In conclusione, non basta che una cosa sia naturale perché automaticamente si possa definire ecologica. Il nostro consiglio è quello di scegliere sempre produttori italiani seri che possano certificare la provenienza della materia prima e a cui poter rivolgere tutte le domande e i dubbi che vi sorgeranno.

EN IT RU